AGRITURISMO: avviato l’iter per la modifica del Regolamento di attuazione (aggiornamento)

immagine articolo

A seguito delle ultime modifiche che la l.r. 6 agosto 2020, n. 80 ha apportato alla normativa regionale dell’agriturismo, è stato avviato l’iter per la modifica del Regolamento n. 46/2004 di attuazione della l.r. 30/2003 “Disciplina delle attività agrituristiche, delle fattorie didattiche e dell'enoturismo in Toscana”.

 

La modifica al Regolamento attuativo è necessaria in quanto la legge regionale rimanda a quest’ultimo l’individuazione, in particolare, dei mezzi di soggiorno autonomo che possono essere utilizzati nell’ambito agrituristico nelle piazzole attrezzate dall'imprenditore.

 

Le modifiche al regolamento riguardano anche altri aspetti della normativa, come ad esempio la questione dell’attività di “Sosta Camper a titolo gratuito presso un'azienda agricola per un massimo di 24 ore” sulla quale è obbligatorio l’adeguamento alla sentenza del 2019 del Consiglio di Stato.

 

NEW: aggiornamento al 27 luglio 2021 

La II Commissione Consiliare riunitasi oggi 27 luglio ha approvato a maggioranza il parere previsto sullo schema di modifica del reg. 46/2004 (DGR 686/21).
Acquisito tale parere, è previsto che l'atto sia iscritto in Giunta per il secondo passaggio, per all'approvazione definitiva delle modifiche proposte, all'odg della seduta del 6 settembre pv.

 

NEW: aggiornamento al 21 luglio 2021 

Il testo approvato dalla Giunta Regionale (DGR 686/21) è stato illustrato oggi in II Commissione Consiliare (Sviluppo economico e rurale) per l'acquisizione del parere obbligatorio previsto dall'art 42 dello Statuto regionale. E' previsto che il parere sarà espresso durante la seduta della commissione del 27 luglio o del 30 luglio. Dopo tale parere la proposta di regolamento viene iscritta nuovamente in Giunta.

 

NEW: aggiornamento al 16 luglio 2021 

Il testo approvato dalla Giunta Regionale (DGR 686/21) sarà esaminato dal Consiglio delle Autonomie Locali per il parere obbligatorio ex art. 66 dello Statuto, nella seduta del 16/07/2021

 

NEW: aggiornamento al 5 luglio 2021 

Lunedì 5 luglio la Giunta ha approvato il testo del nuovo regolamento  che contiene le norme di dettaglio per gli agricampeggi (DGR 686 del 05/07/21 allegata a fondo pagina).

Di particolare interesse gli artt. 27, 27 bis e 27 ter per gli agricampeggi.

 

Art. 27 "Requisiti per l'ospitalità in spazi aperti"
1. Per il calcolo delle superfici di cui all’articolo 13, comma 1, lettera a) della legge si tiene conto della superficie totale aziendale (SAT) indicata nella relazione agrituristica.

2. Le piazzole per l'ospitalità in spazi aperti possono essere dislocate in più siti aziendali anche singolarmente. La superficie delle singole piazzole deve avere una superficie minima di 60 metri quadrati e almeno due piazzole devono essere realizzate con percorsi idonei al superamento delle barriere architettoniche. Le piazzole in terreni in pendenza possono essere realizzate con strutture di legno o altro materiale idoneo o con movimenti di terra dove consentito, per realizzare i piani orizzontali in sicurezza con esclusione di opere murarie.
3. Per l’ospitalità in spazi aperti devono essere previsti i seguenti servizi comuni minimi:
     a) un servizio wc, un lavabo e una doccia al chiuso con acqua calda ogni sei persone, senza tenere conto delle frazioni;
     b) un servizio di lavanderia ogni dodici persone, senza tenere conto delle frazioni.
4.Nel caso vengano realizzate solo piazzole con mezzi di soggiorno allestiti dall’imprenditore e dotati di servizi igienico-sanitari e lavanderia, non è necessario realizzare i servizi comuni.
5. I servizi igienici e sanitari, le docce e la lavanderia devono essere realizzati nel rispetto delle norme per il superamento delle barriere architettoniche e non possono essere realizzati in strutture precarie o mobili.
Le attrezzature per il lavaggio stoviglie devono essere installate in uno spazio distinto da quello destinato alle attrezzature per il lavaggio biancheria. La lavanderia può essere realizzata anche all'aperto.
6. In prossimità delle piazzole devono essere presenti:
     a) impianto elettrico a colonnine da realizzarsi nel rispetto delle norme vigenti e impianto per la fornitura di acqua potabile, se non già presenti nei mezzi di soggiorno allestiti dall'imprenditore;
     b) impianto di prevenzione incendi, da realizzarsi nel rispetto delle norme vigenti;
     c) impianto elettrico a colonnine, da realizzarsi nel rispetto delle norme vigenti, con punti luce atti a consentire la fruizione della viabilità e l'illuminazione dell'area;
     d) installazione di recipienti lavabili per il servizio quotidiano di smaltimento dei rifiuti;
     e) in caso di ospitalità di caravan e autocaravan, un pozzetto agibile per acque di scarico e uno scarico idoneo per w.c. chimici.

 

Art. 27 bis "Requisiti per l’ospitalità di camper in spazi aperti"

1. Per lo svolgimento dell’attività di ospitalità in spazi aperti di cui all’articolo 20 della legge, rivolta esclusivamente a camper, denominata agrisosta camper, oltre a quanto indicato nell’articolo 27, comma 1 devono essere previsti i seguenti requisiti:
    a) superficie delle piazzole non inferiore a 30 metri quadrati e le stesse devono essere   sistemate a prova di acqua e di polvere tramite l’inerbimento del terreno o l’uso di autobloccanti e comunque in modo permeabile;
     b) fornitura di acqua potabile e di energia elettrica;
     c) illuminazione dell’area;
     d) un pozzetto agibile per le acque di scarico e uno scarico idoneo per i wc chimici;
     e) dispositivi di prevenzione incendi.
2. La sosta camper a titolo gratuito presso un’azienda agricola per un massimo di ventiquattro ore è soggetta solamente ai requisiti di cui al comma 1, lettera c) ed e) e non rientra nel campo di applicazione degli articoli 6 bis, 7 e 9.

 

Art. 27 ter "Piazzole allestite dall’imprenditore e mezzi di soggiorno autonomo"
1. Nel rispetto della normativa urbanistico-edilizia, delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia, nonché degli strumenti urbanistici e dei regolamenti edilizi comunali, l’allestimento delle piazzole con le dotazioni di cui all’articolo 13, comma 4 della legge per la durata dell’attività di agricampeggio è subordinato al conseguimento di idoneo titolo abilitativo edilizio, sulla base di un progetto complessivo dell’area da adibire ad agricampeggio, da presentare al SUAP. Il progetto indica, nel dettaglio, le piazzole e le relative dotazioni, nonché i mezzi di soggiorno ivi collocati.
2. Per l’allestimento delle piazzole possono essere utilizzati i seguenti mezzi di soggiorno:
     a) tende di tutte le forme e dimensioni con una superficie utile massima di 70 metri quadrati, anche dotate singolarmente di servizi igienico-sanitari e di cucina, purché le pareti esterne ed il tetto siano prevalentemente di tela;
     b) camper, roulotte, case mobili, dotati di meccanismi di rotazione in funzione, loro pertinenze e accessori, anche dotati singolarmente di servizi igienico-sanitari e di cucina. La superficie utile massima non può comunque superare i 70 metri quadrati.
3. Gli ancoraggi al suolo, per consentire l’uso in sicurezza dei mezzi di soggiorno di cui al comma 2, non devono essere di natura permanente.
4. Almeno due mezzi di soggiorno di cui al comma 2 devono essere accessibili attraverso il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche.


Il testo va ora in Consiglio Regionale per il parere di legge.

 

 

NEW: aggiornamento al 16 giugno 2021 

La proposta di modifica del reg. 46/2004 è stata nuovamente inserita all'OdG del Comitato di Direzione dopo le modifiche relative all'art. 27 ter concordate con i servizi legislativi della Presidenza.

In pratica nelle piazzole allestite dall'imprenditore si potranno installare tende, camper, roulotte, case mobili con meccanismi di rotazione in funzione anche corredati di servizi igienico sanitari e cucina 

L'iscrizione dell'atto per il primo passaggio in Giunta è previsto per la seduta del 5 luglio pv.

 

NEWS: aggiornamento al 22 marzo 2021

Nella seduta del 22 marzo la giunta ha deciso di rinviare l'approvazione della delibera per approfondire il contenuto dell'art 27 ter sulle strutture degli agricampeggi e di costituire un gruppo di lavoro apposito fra gli assessori interessati dall'argomento.

NEW: aggiornamento al 5 marzo 2021
 

Il testo della proposta di modifica del regolamento n. 46/2004 recepisce molte delle osservazioni evidenziate tramite i pareri previsti per l'esame dell'atto da parte del Comitato Direttivo. La proposta di modifica del Reg. 46/2004 iscritta all'ordine del giorno del CD per il giorno 4 marzo è stata rinviata alla seduta del giorno 11 marzo

La proposta è programmata per essere inserita all'ordine del giorno della GIUNTA REGIONALE del  22 marzo (I° passaggio in Giunta)

Successivamente la proposta passa in CONSIGLIO REGIONALE per il parere obbligatorio non vincolante previsto dallo Statuto regionale

Dopo il parere del Consiglio l'atto torna in GIUNTA (II° passaggio in Giunta).
Il regolamento è successivamente emanato con Decreto del Presidente della Giunta regionale e pubblicato sul BURT

 

A breve è già stato organizzato da parte del nuovo Assessorato all’Agricoltura un un incotro con le Associazioni di Categoria.

 

Eventuali contributi e osservazioni possono essere inviati all’ufficio agriturismo scrivendo a ufficioagriturismo@regione.toscana.it

 

 

Pubblicato il:
25.03.2021
Article ID:
38156351